Torna all'inizio
suitcase
person

Biograd

Cultura

 

Museo di Zavičaj


La storia della cultura della città di Biograd è testimoniata nel Museo di Zavičaj, situato nel centro della città. Oltre a conservare il patrimonio monumentale del passato di questa città, l’edificio stesso è un monumento di cultura – al tempo qui vi era il Tribunale di Kotar, istituito dall’Imperatore Francesco Giuseppe I d’Austria, nel 1876.


Nel museo sono conservate delle raccolte interessanti:
- Una collezione archeologica
- Una collezione etnografica
- Una collezione di quadri
- Il dipartimento di storia
- La collezione “Carico della nave affondata nel XVI secolo”


Quest’ultima è quella più visitata in assoluto. Conserva più di 10.000 oggetti provenienti dalla nave veneziana del 1583. Questo tesoro di inestimabile valore è stato rinvenuto per caso da alcuni pescatori di Murter, nel 1967 nel canale di Pašman, vicino all’isoletta Gnalić, a pochi chilometri a sud di Biograd.
Tra gli oggetti esposti, oltre alle attrezzature classiche delle imbarcazioni, come l’ancora, le stoviglie e i cannoni, potrete vedere oggetti di valore e rari di quel tempo, destinati alla vendita - bicchieri di cristallo, vassoi e specchi che appartengono ai laboratori veneziani di Murano, candelabri e lampadari fabbricati nell’Europa settentrionale e molti oggetti di ceramica.
Un grande scrigno di ferro rappresenta un artefatto interessante rinvenuto in questa imbarcazione affondata. Qui sono stati trovati dei tessuti di velluto di damasco, tre lunghe camicie e otto cappelli di lana – conservati perfettamente. I tessuti rinascimentali sono conservati oggi in Svizzera, nella Fondazione Abbego a Riegesburg.


Chiesa di Sant’Anastasia


La chiesa, dedicata alla martire Anastasia (Stošija), fu costruita nel XVIII secolo. Nella parte superiore della chiesa (alta 10 metri e lunga 33 metri) si trova la statua della santa patrona. L’interno della chiesa contiene, oltre alle lapidi con iscrizioni, cinque altari, in particolare spicca l'altare in legno dorato del XVIII secolo.


Chiesa di Sant’Antonio


Ciò che noterete per prima sarà la posizione della chiesa di Sant’Antonio. Fu costruita su un golfo appartato – Jaz, durante il XIX secolo. Con il livellamento del golfo agli inizi del XX secolo e la costruzione di edifici durante la seconda metà del XX secolo, la chiesa è rimasta a un livello inferiore rispetto al terreno circostante.


Chiesa di San Rocco


Una chiesa semplice all’apparenza, testimonianza di una lunga storia. Costruita a cavallo tra il XVI e il XVII secolo e dedicata al santo patrono della peste, San Rocco. All’interno spicca l’altare dorato barocco del XVIII secolo.


Chiesa di Santa Caterina


Non lontano dal porto e dal faro, costruiti nel 1885, si trovano i resti della chiesa medievale di Santa Caterina. La chiesa si trova su una scogliera, vicino a una miniera usata dall’antichità fino al XX secolo. La facciata è crollata a causa delle attività della miniera.


Nella vita culturale della città sono attivi l’Università popolare, la biblioteca comunale, e varie associazioni culturali e artistiche, si può dire che questa piccola città possieda una ricca cultura!

 

 

 

Seguici

Tutti i diritti riservati